Reddito di emergenza Covid-19: Fino a 800 euro di bonus

Una prima bozza del decreto di Maggio che arriverà sul tavolo del Cdm entro la metà della prossima settimana, vengono indicati molteplici aiuti alle famiglie in difficoltà, si parla di detrazioni fiscali e tante altre agevolazioni per le imprese. La moratoria dei licenziamenti sale a cinque mesi, a fronte dei due mesi stabiliti in precedenza. Previsti, anche sostegno al Terzo settore, bonus a badanti e rafforzamento nei confronti degli organi ispettivi del lavoro.

Reddito di emergenza Covid-19:  Ecco come funziona e quali sono i requisiti

2 maggio 2020, Roma. Reddito di emergenza fino ad un massimo di 800 euro al mese. Il reddito di emergenza e sostegno al reddito, nei confronti di nuclei familiari, in relazione all’emergenza epidemiologica da covid-19, sarà destinato a circa un milione di nuclei, ed avrà una durata di 3 mesi. I requisiti sono: la residenza italiana, reddito mensile inferiore al reddito di emergenza stesso, un patrimonio mobiliare sotto i 10 mila euro, che può variare fino a un massimo di 20 mila euro, prendendo in considerazione gli altri componenti familiari, ed infine, un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente sotto i 15 mila euro. Il Reddito di emergenza, si può sommare al Reddito di cittadinanza, ma senza superare il limite del Rem.

Come inoltrare la domanda per il Reddito di emergenza

La domanda di reddito di emergenza, andrà inoltrata all’INPS, entro il mese di luglio. Sarà erogato per tre mesi. Il pagamento del bonus dovrebbe avvenire, direttamente sul conto corrente del beneficiario.

Ammortizzatori sociali CoronaVirus

La Cassa integrazione Ordinaria per Covid-19 ci sarà, per un massimo di 18 settimane, fino al 31 ottobre. Sono assicurati inoltre, gli assegni familiari. Ottemperata anche per chi è in Cassa integrazione Straordinaria e confermata anche la Cassa Integrazione in Deroga, fino a tutto il mese di ottobre.

Chi attinge ai vari ammortizzatori sociali, od ai redditi di emergenza e di cittadinanza, potrà essere impiegato in lavori di agricoltura, per un massimo di 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30 giorni, con una retribuzione massima di 2 mila euro, che andrà ad aggiungersi alle altre entrate.

A fornire questa notizia, la Ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo: “ c’è una parte di cittadini, che in questo momento, non ha alcun sostegno, sono circa 3 milioni di cittadini. Stiamo valutando la platea e l’impatto. Ecco perché sarà previsto il reddito di emergenza: il costo della misura si aggira intorno ai 3 miliardi di euro”.

Le indennità previste per il CoronaVirus

Ai soggetti già beneficiari dell’indennità di 600 euro, per il mese di marzo, è erogata anche per il mese di aprile. A maggio, a ricevere un’indennità pari a 1000 euro, saranno anche i liberi professionisti, titolari di partita IVA, purché iscritti alla Gestione Separata, e che abbiano subito una riduzione di almeno il 33% del reddito, del secondo bimestre 2020. Stessa somma, ai lavoratori con rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, che hanno interrotto il rapporto di lavoro.

I 1000 euro vanno, anche, a coloro che hanno cessato l’attività, o alle attività che hanno subito un taglio di almeno il 33% del fatturato, durante il secondo bimestre 2020. Bonus anche per gli addetti al turismo, i lavoratori dello spettacolo e dello sport. Indennità tra i 400 e i 600, infine, per i lavoratori domestici.

Sono il settore più incompleto, nella bozza di decreto. Previsto un “Fondo formazione”, fondamentale per accompagnare la ripresa graduale del lavoro. Questo sarà concesso, tramite accordi territoriali e aziendali tra le parti sociali. Il costo sarà a carico del Fondo nuove competenze dell’Anpal, con lo stanziamento di 230 milioni.

Iva agevolata sulle mascherine

In questo nuovo Decreto, è stata fissata la soglia minima del prezzo delle mascherine, accompagnata ad un IVA agevolata per tutti i presidi sanitari di protezione. L’iva fissata è del 4%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *