Nei baby parking attrezzati con i giochi gonfiabili i bambini si divertono e trascorrono ore spensierate in compagnia dei propri coetanei: un passatempo davvero irrinunciabile quando arriva la stagione estiva! Tra l’altro i gonfiabili rappresentano la soluzione ideale per coloro che desiderano festeggiare il proprio compleanno in maniera speciale e “scenografica” (esiste la possibilità di realizzare party a tema!). Insomma i proprietari di un’area ludica per bambini se non li possiedono, devono correre quanto prima ai ripari. Quando giunge la bella stagione, infatti, tutti i bambini under 12 desiderano passare un pomeriggio ameno in un parco con i giochi gonfiabili.

L’attrezzatura gonfiabile può essere acquistata presso fabbriche specializzate che garantiscano al cliente tutte le certificazioni necessarie. I giochi messi a disposizione sono assai vari e disponibili in diverse misure: si pensi, ad esempio, agli scivoli, ai tappeti elastici, alle vasche con palline, ai multi jumping, ai playground, ecc. Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche!

Giochi gonfiabili: ecco come sceglierli

In primo luogo, coloro che desiderano dotare il proprio parco giochi con una serie di giochi gonfiabili, devono prediligere quelli realizzati con materiali italiani (spugne, metalli, colori, fili, cinghie, ecc.).

In secondo luogo è opportuno verificare che essi siano in possesso di tutte le certificazioni di qualità e sicurezza previste dalla normativa vigente sia italiana che comunitaria. Si pensi, ad esempio, al  certificato alla sicurezza UNI-EN 14960/2013 o al certificato di collaudo. Inoltre è anche necessario verificare che i giochi palyground siano dotati di un codice identificativo (la targhetta derivante dagli obblighi sulla registrazione delle attrazioni), così come stabilito  dal Decreto ministeriale 18/05/2007.

Infine, se si desidera ottenere dei giochi gonfiabili unici, è necessario rivolgersi alle aziende che consentano di personalizzare e decorare l’attrezzatura in base alle indicazioni fornite dal cliente.

Come gestire in maniera professionale i giochi gonfiabili

Per gestire i giochi gonfiabili in maniera professionale e nel rispetto della legge, è necessario essere in possesso della licenza di esercizio per attività di spettacolo viaggiante (art. 69 TULPS). Questo permesso viene rilasciato dai comuni, dopo aver superato una verifica ispettiva; contestualmente è anche necessario stipulare un contratto assicurativo per la responsabilità civile. Inoltre ogni anno ogni anno l’attrezzatura dovrà superare una verifica da parte di una commissione comunale ad hoc che valuterà la manutenzione dei giochi, il loro livello di sicurezza e la qualità del PVC.

Solo osservando tutte le regole previste dalla legge è possibile offrire ai clienti un’area di svago per i bambini sicura e affidabile.

Le preziose raccomandazioni dell’Anci

L’Anci (ovvero l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) in collaborazione con il Ministero dell’interno, ha stilato una serie di raccomandazioni utili a coloro che gestiscono o intendono le aree ludiche (non solo baby parking ma anche ludoteche, lidi balneari e centri commerciali) con giochi gonfiabili. Si tratta di un prezioso promemoria che consentirà di evitare spiacevoli incidenti e, nel contempo, eviterà che l’esercente vada incontro a salate sanzioni pecuniarie.