Roma: uccide il padre accoltellandolo più volte, poi denuncia l’accaduto.

Quando ha fermato una pattuglia era ancora sporco di sangue. Il dramma si è verificato nei quartieri più in della capitale, tra piazza Risorgimento e la basilica di San Pietro

0
945

Un ragazzo di 32 anni ha ucciso il padre a coltellate successivamente, quando ha realizzato cosa ha commesso, è sceso in strada ed ha fermato una pattuglia della polizia per autodenunciarsi. E’ accaduto ieri pomeriggio a Roma in via Vitelleschi, a poca distanza tra la cupola di San Pietro e Piazza Risorgimento.

E’ ancora poco chiaro il motivo dell’aggressione, pare che il 32 enne sia stato preso da un improvviso raptus ed abbia colpito ripetutamente il padre lasciandolo a terra privo di vita. Dopodiché è sceso in strada, ed ancora sporco di sangue, ha fermato una pattuglia della polizia.

Le forze dell’ordine lo hanno seguito fino alla sua abitazione in via Vitelleschi a Roma e lì hanno fatto l’atroce scoperta. Allo stato attuale non si sa nemmeno se l’uccisione sia arrivata a seguito di una brutta lite o se il 32 enne abbia ucciso il padre mentre questi riposava.