Piombino (Livorno): 35 enne ucciso nel centro profughi, lite per una porta che sbatteva

L'aggressione è avvenuta nel centro profughi di Franciana. La vittima è un pakistano di 35 anni morto dopo essere stato raggiunto da diverse coltellate

0
929

Un senegalese è stato arrestato ieri accusato di omicidio. L’uomo avrebbe ucciso un 35 enne pakistano a seguito di una violenta lite nata a causa di una porta sbattuta. Il dramma è avvenuto nel pomeriggio di ieri al centro profughi di Franciana a Piombino, in provincia di Livorno.

Secondo le prime informazioni diffuse dagli organi di stampa, pare che entrambi gli uomini stessero pregando all’interno di una stanza. Ad un certo punto il senegalese è uscito e, forse complice il vento, avrebbe sbattuto la porta. Il pakistano lo avrebbe seguito e ne sarebbe scaturita una violenta lite con il primo che avrebbe accoltellato quest’ultimo.

L’omicidio è avvenuto nel centro profughi di Franciana a Piombino. I soccorsi giunti sul posto non hanno potuto salvare la vita alla vittima dell’aggressione. Il senegalese è stato bloccato dalle forze dell’ordine e condotto in caserma.