Padova: truccavano l’esame di Giurisprudenza, denunciati due studenti

Una ragazza sarebbe stata beccata all'esame con auricolare bluetooth e un cellulare. Un'altro ragazzo le suggeriva le risposte. E' successo alla facoltà di Giurisprudenza del Bo

0
693

Due coetanei di 25 anni sarebbero stati denunciati dalle forze dell’ordine in quanto beccati ad alterare il risultato di un esame di Procedura Civile nella facoltà di Giurisprudenza del Bo a Padova. Uno di loro aveva addosso un auricolare, un ricevitore bluetooth e un cellulare. Lo riporta il Corriere della Sera.

Stando alle informazioni diffuse, pare che sarebbe stata proprio la studentessa protagonista dell’accaduto a tradirsi vantandosi con i colleghi di avere un metodo infallibile per superare l’esame di Procedura Civile, il metodo prevedeva l’utilizzo di un secondo studente posto all’altro capo del telefono per suggerire le risposte.

Diversi studenti, indignati dal comportamento della ragazza, avrebbero denunciato tutto alle forze dell’ordine le quali, avrebbero atteso il completamento dell’esame all’università di Giurisprudenza del Bo a Padova, dopodiché avrebbero fermato la 25 enne trovandole addosso auricolare, ricevitore bluetooth e cellulare. L’altro ragazzo sarebbe stato pagato 50 euro per “l’aiuto”.