Magnago (Milano): uccide l’ex fidanzata a coltellate, poi tenta il suicidio

L'omicidio si sarebbe consumato nell'androne di casa in via Cardinal Ferrari. Arturo Saraceno avrebbe ucciso l'ex fidanzata Deborah Desiree Fuso con diverse coltellate.

0
323

Un femminicidio si sarebbe consumato ieri pomeriggio in via Cardinal Ferrari 3 a Magnago, in provincia di Milano. Un ragazzo di 32 anni, Arturo Saraceno, avrebbe ucciso l’ex fidanzata Deborah Desiree Fuso, di anni 24, con diverse coltellate poi avrebbe tentato di togliersi la vita senza riuscirci. La notizia è stata riportata dalla versione sul web del Corriere della Sera.

Tutto sarebbe avvenuto intorno all’1, ora di pranzo, di ieri quando Deborah Desiree Fuso si sarebbe recata nel loro ex appartamento in via Cardinal Ferrari a Magnano. Ad attenderla ci sarebbe stato Arturo Saraceno, non si sa se i due avevano un appuntamento oppure la donna doveva solo riprendersi qualcosa visto che da qualche settimana si erano lasciati.

Sta di fatto che i due avrebbe cominciato a litigare furiosamente, tanto che i vicini avrebbero immediatamente allertato le forze dell’ordine, ad un certo punto Deborah Desiree Fuso sarebbe scappata per le scale ma sarebbe stata raggiunto nell’androne da Arturo Saraceno e li colpita con una quindicina di coltellate. Dopodiché avrebbe provato a rivolgere il coltello verso se stesso e colpirsi allo sterno ma se la sarebbe cavata con lievi ferite.

Le forze dell’ordine, giunte in via Cardinal Ferrari 3 a Magnano, avrebbero trovato Deborah Desiree Fuso già priva di vita nell’androne, poco distante c’era l’ex fidanzato Arturo Saraceno, arrestato e portato in questura. Oggi sarebbe previsto l’interrogatorio che potrebbe chiarire gli ultimi istanti della tragedia.