Il primo display flessibile in grafene su un tablet da polso

0
561
Il primo display flessibile in grafene su un tablet da polso

Non sembriamo star facendo progressi quanto molte persone vorrebbero nel campo degli schermi e dei dispositivi flessibili, e dal primo LG G Flex, l’evoluzione è in fase di stallo. Oggi ci siamo imbattuti in un altro dispositivo pieghevole con un nuovo tipo di tecnologia, basata sugli schermi flessibili in grafene.

La tecnologia è stata dimostrata alla mostra Chongqing Academy e ha coinvolto una sorta di phablet pieghevole, che si avvolge intorno al polso, grazie alla sua flessibilità. Il risultato è un telefono da 5,2 pollici, che sembra molto più grande a causa della sua lunghezza. Pesa 200 grammi e può essere piegato ed indossato al polso.

Il grafene è stato utilizzato nella zona centrale, mentre le componenti che non si possono piegare come la batteria e la CPU sono state collocate sui bordi. Questo modello può sfruttare Android, effettuare chiamate e navigare sul web, quindi è un dispositivo a pieno titolo. Il grafene ha il vantaggio di avere una trasmissione della luce maggiore rispetto ai materiali tradizionali e mostra un’immagine più chiara.

E’ anche più resistente e sensibile al tocco. L’azienda che lavora su questo progetto farà debuttare uno smartphone pieghevole bianco e nero da 6,23 pollici alla fine dell’anno e un prodotto destinato ai consumatori colorato nel 2018.