Firenze: Carlo Davitti uccide la madre in casa di riposo e poi si suicida

L'omicidio-suicidio si è verificato quest'oggi in via del Guarlone, presso una RSA. La madre 93 enne, Bruna Innocenti, è stata uccisa con un colpo di pistola alla tempia.

0
648

Un omicidio-suicidio si è consumato in questa domenica presso una struttura per anziani a Firenze, in via Guarlone 28. Un ex guardia giurata, Carlo Davitti, ha prima sparato alla madre 93 enne, Bruna Innocenti, dopodiché si è tolto la vita allo stesso modo. Il dramma è stato riportato da alcune fonti di informazione.

Stando alle primissime info diffuse, la tragedia si è verificato intorno alle 12 di oggi quando Carlo Davitti si è recato presso la RSA (Residenza sanitaria assistenziale), in via Guarlone a Firenze, dove da poco era stata trasferita l’anziana madre. Ad un certo punto ha estratto la pistola e sparato colpo alla tempia di Bruna Innocenti.

Pochi istanti dopo Carlo Davitti ha rivolto la pistola su stesso e si è suicidato. Un infermiere ha immediatamente chiamato i soccorsi e le forze dell’ordine, ma al loro arrivo non ha potuto far altro che constatare la morte di Bruna Innocenti e del figlio.