Concorso Navigator 2019: Arrivano 3.000 Assunzioni

Finalmente dopo una lunga attesa è stato pubblicato il nuovo bando di concorso Navigator 2019. Con la pubblicazione di tale bando sulla Gazzetta Ufficiale, saranno assunti 3000 Navigator. Le mansioni di questa nuova figura sono quelle di gestire in modo coretto il Reddito di Cittadinanza e di trovare la giusta occupazione lavorativa a coloro che percepiranno il Reddito di Cittadinanza. Ma vediamo qui di seguito i requisti e come presentare la domanda di partecipazione.

Concorso Navigator 2019: I requisiti richiesti dal bando

Per poter presentare la propria candidatura al nuovo concorso pubblico, i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere cittadini italiano o di uno Stato UE. Possono partecipare anche gli stranieri purché con regolare permesso di soggiorno per lavoro;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Assenza di condanne penali o procedimenti penali in corso;
  • Non essere stati  licenziamenti o dispense dall’impiego nella Pubblica Amministrazione;
  • idoneità fisica allo svolgimento della professione.
  • Possesso di una laurea magistrale.

Quale laurea bisogna avere per diventare Navigator? 

Per poter diventare un Navigator del Reddito di Cittadinanza, bisogna obbligatoriamente essere in possesso di una delle seguenti Lauree Magistrali:

  • scienze dell’economia (LM‐56 o 64/S)
  • scienze della politica (LM‐62 o 70/S)
  • scienze delle pubbliche amministrazioni (LM‐63 o 71/S)
  • scienze economico aziendali (LM‐77 o 84/S)
  • servizio sociale e politiche sociali (LM‐87)
  • programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S)
  • sociologia e ricerca sociale (LM‐88)
  • sociologia (89/S)
  • scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (LM‐57 o 65/S) psicologia (LM‐51 o 58/S)
  • giurisprudenza (LMG‐01 o 22/S)
  • teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S)
  • scienze pedagogiche (LM‐85 o 87/S)

Come presentare domanda di partecipazione al Concorso per diventare Navigator

Presentare la propria candidatura al nuovo concorso Navigator 2019 è davvero molto semplice. Infatti, tutto quello che bisognerà fare è  recarsi  sito dell’Anpal Servizi e procedere con la registrazione. Ricordiamo che per presentare la domanda di partecipazione, bisogna essere in possesso del Pin Inps, o Spid o del CNS.

Sarà possibile inviare la propria candidatura entro e non oltre l’ 8 maggio 2019, alle ore 12:00. Vediamo ora quali prove d’esame bisogna svolgere per diventare un Navigator del reddito di cittadinanza.

Prove d’esame Navigator

Non tutti i candidati in possesso dei requisiti precedentemente elencati saranno convocati per lo svolgimento della singola prova d’esame prevista dal concorso. Infatti, verrà stilata una graduatoria per ogni regione. Il criterio della classificazione in graduatoria è il voto di laurea conseguito dal candidato.

La graduatoria sarà composta da un numero di candidati pari a un rapporto di 1 a 20 tra le posizioni ricercate e le candidature pervenute su base provinciale. I candidati presenti in questa graduatoria saranno convocati per lo svolgimento di una prova preselettiva in cui consiste in un test a risposta multipla di 100 domande sulle seguenti materie:

  • cultura generale;
  • psicoattitudinali;
  • logica;
  • informatica;
  • modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro;
  • reddito di cittadinanza;
  • disciplina dei contratti di lavoro;
  • sistema di istruzione e formazione;
  • regolamentazione del mercato del lavoro;
  • economia aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *