Brescia: cadavere trovato in un cassonetto, si tratta di un trans

Il cadavere è stato rinvenuto all'interno di un cassonetto adibito alla raccolta dell'erba. Pare non vi fossero evidenti segni di violenza sul corpo del transessuale

0
4755

Drammatico ritrovamento quest’oggi a Brescia, il corpo di un transessuale è stato individuato all’interno di un cassonetto adibito alla raccolta dell’erba. Sono stati gli stessi funzionari adibiti alla ripulitura dello stesso che hanno lanciato l’allarme, come riferiscono le testate giornalistiche nazionali.

Il cadavere apparterrebbe alla 34 enne Marta Baroni, nata come uomo ma registrata poi all’anagrafe come donna. Il corpo è stato trovato a Brescia nella zona della Torricella, lungo la strada che conduce a Cellatica. Il suo corpo non presentava evidenti segni di violenza.

Le forze dell’ordine hanno provveduto ad effettuare i consueti rilievi mentre sul corpo di Marta Baroni è stato disposto l’esame autoptico che potrebbe chiarire le cause della morte, non si esclude che possa essere deceduta per problemi inerenti alla droga.